La gestione dei rifiuti

Gli aeroporti possono essere considerati come delle piccole città, con negozi, parcheggi, ristoranti ed altre attività che producono rifiuti. Solo come esempio, l’Aeroporto Internazionale di Napoli produce annualmente circa 1200 tonnellate di rifiuti assimilabili agli urbani, che è molto simile alla produzione annua dei rifiuti della città di Ravello, nella Costiera Amalfitana.

Per questo motivo noi prestiamo una grandissima attenzione alla raccolta differenziata, che ha raggiunto per l’anno 2018 la ragguardevole percentuale di oltre il 65%.

Alcuni dei rifiuti raccolti in aeroporto, ed in particolare la carta e la plastica, sono inoltre riavviati al ciclo produttivo come materia prima-seconda, in un’ottica di economia circolare e di sostenibilità ambientale.

L’Aeroporto, inoltre, è impegnato in numerose campagne di sensibilizzazione ambientale, soprattutto per combattere la diffusione delle plastiche nell’ambiente marino.

Aderiamo alla campagna Emergensea  di MAREVIVO per proteggere i nostri mari dalla temuta invasione delle plastiche.